Categories
Consigli e suggerimenti

Bonus Trasporti – come richiederlo?

É ufficiale: il 22 agosto è stato approvato il Bonus Trasporti.

Di cosa stiamo parlando?

Un sostegno per l’acquisto o rinnovo di abbonamento annuali e/o mensili di mezzi pubblici locali, regionali e interregionali e il servizio ferroviario nazionale.

Abbiamo cercato di chiarire alcuni punti fondamentali:

Chi può richiedere il bonus?

  • Tutte le persone fisiche con un reddito lordo annuo complessivo non superiore ai 35.000€ nel 2021, comprendente tutte le somme dichiarate e imponibili ai fini fiscali.
  • Genitori a nome dei figli minorenni fiscalmente a carico loro

Qual’è il valore del bonus?

Il valore del bonus è pari a €60,00, fino ad esaurimento delle risorse e valido per l’acquisto o il rinnovo di abbonamenti mensili o annuali entro la fine del 2022.

Non sono inclusi i servizi “prima classe, executive business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Come fare domanda, scadenza e info utili

  • A partire da Settembre 2022 ed entro il 31 Dicembre 2022
  • Tramite il portale dedicato bonustraposti.lavoro.gov.it accedendo con SPID o CIE (Carta d’Identità Elettronica)
  • Informazioni richieste: nome, cognome e codice fiscale del beneficiario
  • Se soggetto minorenne anche il codice fiscale del genitore che attesta che sia fiscalmente a carico
  • Indicare l’importo che si desidera richiedere fino a un massimo €60,00

Come avviene l’erogazione del bonus?

  • Viene emesso un voucher con codice identificativo univoco e associato al codice fiscale del beneficiario
  • Sono indicate anche date di emissione e di scadenza, se non utilizzato entro quest’ultima, viene annullato e non può più essere richiesto
  • Il voucher è spendibile solo presso il gestore prescelto entro un mese dall’emissione e, in generale, entro il 2022.

Il bonus trasporti è cumulabile con la detrazione IRPEF?

Sì, il bonus trasporti si può richiedere anche se si beneficia già della detrazione fiscale annua per abbonamenti a trasporti pubblici

Informazioni aggiuntive

  • Sarà il Ministero ad effettuare i controlli necessari per confermare il diritto a ricevere il bonus
  • Il bonus è nominale e non cedibile e non rientra tra il reddito imponibile

Continua a seguire il blog e i nostri profili social per nuovi contenuti ogni settimana!