Categories
Consigli e suggerimenti

Come affrontare un colloquio di lavoro?

Lo step successivo alla creazione del proprio curriculum e della lettera di presentazione è il colloquio di lavoro, un’occasione unica da sfruttare a proprio vantaggio curandone ogni dettaglio.

Non è possibile creare una guida standard per ogni posizione e settore, ma vi sono alcuni elementi comuni e ricorrenti in quasi tutte le tipologie di colloquio, come ad esempio le fasi prima, durante e dopo. Ma come affrontare ognuna di esse?

Prima del colloquio

  • raccogli quante più informazioni possibili sull’azienda e sulla posizione per cui ci si sta candidando
  • studia mission, vision e valori aziendali, può aiutare a trovare punti in comune con le proprie esperienze personali e professionali e dimostrare maggiore attinenza
  • sulla base del contesto aziendale, del settore e della posizione, prepa risposte a domande standard come “parlami di te”, “x pregi e x difetti”, “come mai dovremmo scegliere te?” o ancora “come mai vuoi cambiare lavoro?”. Esprimerai un senso di organizzazione e sicurezza
  • rileggi le informazioni inserite nel curriculum per non farti trovare impreparat*
  • cura l’abbigliamento in base al contesto aziendale, alla posizione e a tutti gli elementi che possono influire, prediligendo colori neutri: più chiari d’estate e più scuri d’inverno
  • dieci minuti di anticipo possono bastare come orario di arrivo

Durante il colloquio:

  • prendere il tempo necessario per elaborare una risposta chiara e che non si limiti ad elencare
  • rispondere sempre in modo preciso e puntuale alla domanda che viene posta, soprattutto se si tratta di quesiti legati al percorso di studi o a esperienze lavorative pregresse, selezionare momenti della propria vita personale e professionale che hanno portato al raggiungimento di obiettivi degni di nota e in linea con la posizione per cui ci si sta candidando
  • fare attenzione al linguaggio non verbale: la stretta di mano, non sedersi prima del selezionatore, non giocherellare con le mani o battere i piedi, non incrociare le braccia e mantenere il contatto visivo con il recruiter
  • la sincerità nelle risposte è fondamentale
  • porre domande sull’azienda, sulle aspettative nei confronti de* candidat*, sul team, sulle possibilità di crescita e sulle tempistiche dell’iter di selezione. Evita domande relative a ferie e permessi

Dopo il colloquio:

  • per dimostrare ulteriore interesse, potrebbe essere utile inviare una email di follow up ringraziando per il tempo dedicato

Esistono altre modalità di colloquio per cui abbiamo qualche ulteriore consiglio:

  • colloquio telefonico: scegliere un luogo tranquillo senza rumori, prendere appunti in merito alle informazioni fornite e tenere a portata di mano il curriculum
  • colloquio video: trova un ambiente luminoso, senza distrazione e con una buona connessione internet. Assicurati, prima, che audio e videocamera siano ben funzionanti, sii puntuale
  • colloquio di gruppo: adotta un atteggiamento aperto al confronto esprimendo la tua opinione senza interrompere o prendere il sopravvento sugli altri

Continua a seguire il blog e i nostri profili social per nuovi contenuti ogni settimana!